Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi qui: Home

Malattie da raffreddamento? Facciamo prevenzione con l'acqua termale

Specialista Broncopneumologo

Raffreddore

Nel corso del periodo invernale è comune riscontro un aumento delle malattie infettive delle alte vie respiratorie; questo accade perché le basse temperature, accompagnate da sbalzi repentini ed alti tassi di umidità dell’aria, sono elementi in grado di determinare una diminuzione delle difese immunitarie di superficie a livello delle alte vie aeree. Questo rende più virulenti gli agenti infettivi rendendo più agevole il superamento delle difese naturali ,soprattutto in quelle fasce di età in cui esse non sono ancora pienamente sviluppate (fino ai 10-12 anni) oppure quando sono in un naturale decadimento (età più avanzate).

Le infezioni di più frequente riscontro sono senza dubbio quelle nasali, da imputare nella maggioranza dei casi a causa virale: si definiscono rinite acuta, oppure comunemente raffreddore.

Anche la gola è comunemente colpita da infezioni nel periodo freddo, e anche qui generalmente la causa è virale, benchè sia più frequente una successiva sovrapposizione batterica. In questo caso vengono interessate la faringe, il laringe e, se presenti, anche le tonsille.

Per superare la fase acuta di questi disturbi, come è noto, vengono consigliati riposo, assunzione di liquidi, antipiretici , antiinfiammatori e, solo se necessari, antibiotici. Queste affezioni determinano, soprattutto se si ripetono ed in quelle categorie di persone più sopra citate, presenza di secrezioni catarrali nelle fosse nasali, nei seni paranasali, in rinofaringe e nel tratto faringolaringeo; questo perché, tra l’altro, le infezioni possono alterare l’apparato mucosecernente delle alte vie respiratorie, modificando qualitativamente e quantitativamente la secrezione catarrale, nonché la funzionalità delle cilia vibratili presenti a livello della mucosa respiratoria e necessari per il trasporto e l’eliminazione del muco.

Ecco perché le cure termali con acqua sulfurea sono così spesso consigliate nei soggetti esposti a queste malattie, avendo come è noto una spiccata attività mucolitica e svolgendo una azione eutrofica (normalizzante) e rivitalizzante sulle mucose delle vie aeree.

L’acqua sulfureo-solfato-calcica di Tabiano è in grado di indurre inoltre un’importante azione preventiva verso queste malattie da raffreddamento, poiché determina la normalizzazione della produzione degli anticorpi di superficie aumentando quindi le difese locali.

Giova a questo punto ricordare come, accanto alle tradizionali cure inalatorie per le alte vie aeree(inalazione a getto, aerosol-humages, rinoaerosol termico, inalazioni ad ultrasuoni), rivestano una importanza a volte determinante quelle cure per la detersione ed il lavaggio delle fosse nasali denominate irrigazione nasale e doccia nasale micronizzata.

Queste ultime cure sono da noi consigliate in tutte quelle patologie del naso e dei seni paranasali dove è richiesta una azione di detersione e lavaggio dei ristagni di muco e delle formazioni crostose talora presenti in queste affezioni.

Glossario

  • Cure Termali

    Le cure termali che si eseguono con le acque di Salsomaggiore e con le acque di Tabiano sono veramente numerose, poiché tali acque sono indicate in molti disturbi di carattere cronico delle ossa, dei muscoli, delle vie respiratorie, della bocca, della pelle e dell’apparato vascolare e ginecologico.

  • Acqua Sulfurea

    A Tabiano le acque termali solfuree tra le più ricche di zolfo in Europa. L'alto contenuto in sali minerali quali solfati, calcio, bicarbonati e magnesio la rende particolarmente indicata per il trattamento delle affezioni delle vie respiratorie, in molte malattie della pelle e negli esiti di ustione.

Condividi articolo:

© Terme di Salsomaggiore e di Tabiano Srl
REA PC 183700 - C. F. / P. IVA 01690800337
Capitale sociale € 1.000.000,00